PIANO FORMATIVO AIUTO CUOCO

L’Aiuto cuoco è una figura esecutiva che garantisce il supporto al cuoco durante le fasi di preparazione dei piatti. Le sue attività possono comprendere: preparare gli alimenti e curare la pulizie della cucina e degli alimenti secondo le indicazioni del cuoco, pesare e preparare gli ingrediente, pulire e tagliare frutta e verdura, preparare piatti semplice , pulire gli utensili da cucina, pulire e mettere  in ordine ripiani, magazzino, cella frigorifera. Può essere specializzato nella decorazione di alcuni piatti e incaricato della manutenzione di una parte delle stoviglie (vetreria, argenteria )

Profilo professionale da certificare : ADDETTO DI CUCINA

  • Effettuare la conservazione degli alimenti di cucina
  • Effettuare la preparazione di ingredienti per cucina
  • Effettuare la pulizia delle attrezzature di cucina

Criteri, metodi per il monitoraggio, la valutazione del progetto

Il sistema valutativo è ispirato all’ ’’approccio qualità’’, vale a dire l’individuazione dei fattori che intervengono sulla validità e l’efficacia/efficienza del servizio erogato e la rilevazione delle percezione, delle sensazione, delle valutazione dei clienti/utenti.

Il sistema di valutazione è stato messo a punto in anni di realizzazione di percorsi di formazione e di consulenza aziendale, tenendo in considerazione le indicazione reperite dagli utenti con i quali ci si è castamente relazionati.

Lo staff di lavoro li ha recepite ed inseriti nell’ambito di procedure interne utilizzate dai professionisti, per monitorare l’andamento del servizio e verificare la sua efficacia.

La metodologia utilizzata permetterà ai docenti di verificare e valutare costantemente l’apprendimento e le eventuali lacune, in modo, da poter avviare idonee misure atte ad assicurare agli utenti il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Le attività saranno presidiate costantemente dallo staff dell’ente: coordinatore e tutor, che grazie a costanti colloqui con i corsisti potranno costatare la soddisfazione dei partecipanti ed introdurre eventuali azioni migliorative.

Si prevede sia un monitoraggio, sia uno qualitativo, come si concretizzeranno nel dettaglio e il piano temporale con cui si realizzeranno i 2 monitoraggi.

Il monitoraggio quantitativo permetterà di verificare il grado di avanzamento degli interventi previsti dal progetto.

Questo tramite un controllo costante dei processi di programmazione e di attuazione delle iniziative.

Il monitoraggio qualitativo sarà necessario per garantire la valorizzazione e l’ottimizzazione delle azioni del progetto e per rafforzare il ruolo delle reti di collaborazione, soprattutto con le aziende ospitanti le attività di stage. Il monitoraggio qualitativo è finalizzato a migliorare la qualità dei contenuti, tramite un sistema di rilevamento in itinere degli interventi. Sarà verificato il rispetto dei tempi e dell’ordine del giorno degli incontri, la

 

coerenza dei contenuti con gli obiettivi di progetto, la riunione o l’ incontro potranno essere considerate andate a buon fine se saranno risolte le criticità, oppure saranno evidenziate gli elementi migliorabili.

Articolazione dei percorso formativo

Di seguito il programma didattico affrontato durante il percorso:

  1. Presentazione ed introduzione al programma didattico, Orientamento & Placement: come scrivere un curriculum vitae e affrontare una job interview (4h)
  2. Piano formativo.
  3. Corso breve di formazione sul D.Igs 193/07 e s.m.i. HACCP (4h)
  4. Corso DLG 81/08: Sicurezza generale dei lavoratori (4h)
  5. Organizzazione della cucina: principi generali del settore gastronomico e terminologia in cucina, utilizzo e funzionamento di attrezzature e utensili, figure professionali e gestione delle relazioni in laboratorio e durante il servizio, tempistiche di servizio(4)
  6. Organizzazione della cucina: principi generali del settore gastronomico e terminologia in cucina, utilizzo e funzionamento di attrezzature e utensili, figure professionali e gestione delle relazioni in laboratorio e durante il servizio (4)
  7. Dalla selezione alla spesa: nozioni su allergeni e celiachia, criteri di scelta degli ingredienti, programmazione e gestione degli approvvigionamenti (4)
  8. Dalla selezione alla spesa: nozioni su allergeni e celiachia, criteri di scelta degli ingredienti, programmazione e gestione degli approvvigionamenti (4)
  9. Conservazione, trasformazione e tecniche di cotture (4)
  10. Gli alimenti vegetali e il loro utilizzo in cucina (4)
  11. Le tecniche di taglio delle verdure e i principali sistemi di cottura (4)
  12. Le tecniche di taglio delle verdure e i principali sistemi di cottura (4)
  13. Introduzione ai primi piatti: paste fresche e risotti (4)
  14. Introduzione ai primi piatti: paste fresche e risotti (4)
  15. Le uova e i grassi vegetali e animali (4)
  16. Le carni: dalla macellazione alla vendita (4)
  17. Introduzione al tema del pesce e tecniche di cottura (4)
  18. Simulazione all’ esame finale (4)
  19. Esame finale (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *